Blog

Sanremo, Claudio Baglioni parla del tapiro ricevuto da Striscia la Notizia e…

Oggi, durante la conferenza stampa di presentazione della quarta e penultima serata del Festival di Sanremo 2019 (qui l’ordine di esibizione dei duetti di questa sera), sono state rilasciate diverse dichiarazioni significative da parte degli addetti ai lavori.

Teresa De Santis, direttrice di Rai1, spiega che gli ascolti di ieri sono in linea con la seconda serata e sottolinea il record sui giovani:

“Il dirottamento artistico di Baglioni è perfettamente riuscito. Il record degli ultimi 21 anni è sugli 8-14 con lo share del 48.4%. Confermato anche il risultato nell’area digital, la diretta streaming ha ottenuto quasi 500mila visualizzazioni. Sui social sono state registrate 8 milioni di interazioni con +6% sulla passata edizione. Questo festival voleva percepire l’aria dei tempi e certi cambiamenti.  Alcuni dei giovani partecipanti sono virtualmente degli sconosciuti e questo dà un grandissimo senso al lavoro di Baglioni. Grandi anche Bisio e Raffaele.”

Baglioni precisa, in merito a ciò, che uno degli obiettivi principali è “l’affezione del pubblico giovane: ieri l’età media dei concorrenti era 37 anni, una sorta di miracolo per il Festival” e su Sanremo Giovani, scorporato dalla gara attuale, più tardi rivela: “penso abbia giovato perché per una settimana intera 24 esordienti hanno avuto due prime serate, quattro pomeriggi e una serie di repliche. Ed ha giovato anche alla possibilità di fare un festival ancora più incentrato sull’idea dei giovani anche tra i big”

Poi, su Striscia la Notizia e sul super -tapiro dichiara:

“Anche l’anno scorso ho risposto che tutte le cose che riguardano un personaggio solo del festival non devono influire sulla kermesse. Per un’affermazione che non riguardava il festival si è creato una sorta di assalto alla diligenza. Tutte le cose che riguardano la mia persona non le posso prendere in considerazione. Il tapiro? Prestigiosissimo, ma mi sembra irrilevante rispetto a tutto il resto“.

Sugli ospiti aggiunge una considerazione (anche ironica) significativa:

Io e Morandi siamo stati gli ‘zietti’ di Alessandra Amoroso e con un grande conflitto d’interessi ho pensato di invitarla a Sanremo per i suoi dieci anni di carriera. L’anno scorso Il Volo era ospite e stavolta gareggia. A me piacerebbe molto un festival così in cui tutti i gruppi manageriali allentassero certe ansie da prestazione nei confronti dei loro assistiti”.

Infine, sulle somiglianze tra il brano di Cristicchi e un’altra melodia, Baglioni dice:

Tra le mie competenze non c’è quella di asseverare se un brano sia plagio o meno. Per affermare questo ci vuole una rivendicazione degli autori che si ritengano plagiati e una giuria. Potremmo anche ricevere una denuncia di Cristicchi per diffamazione. Se qualcuno si ritiene usurpato si rivolga alle sedi opportune, noi non abbiamo nessun potere per dire se una cosa è un plagio o meno perché rischieremmo di essere dei diffamatori”.