in

Caso Pamela Prati, nuovi sviluppi: Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo nel 2015 erano già state denunciate

Come vi avevamo raccontato qualche giorno fa, il metodo “Marco Caltagirone” era un piano già collaudato, da ben prima dell’ingresso in scena di Pamela Prati.

Secondo gli ultimi sviluppi riportati da Dagospia, infatti, la truffa sarebbe nata nel 2004 assieme alla Aicos Management di Pamela Perricciolo, all’epoca socia non di Eliana Michelazzo (subentrata dopo) ma di un’altra donna, prima intestataria della società.

In anni non sospetti, dove i social network erano ancora molto distanti dalla nostra quotidianità, a questa donna venne presentato telematicamente tale Andrea Ginevra, aitante surfista. E di chi erano le fattezze di questo fantomatico Andrea? Proprio di Stephan Weiler, l’ex Mister Svizzera che, qualche tempo dopo, sarebbe diventato Simone Coppi (e con cui Eliana, entrata in scena nel 2009, affermerà di essersi sposata).

Come se ciò non bastasse, il vero colpo di scena deve ancora arrivare: stando a quanto riportato dal settimanale Spy, Donna Pamela e la Michelazzo nel 2015 sarebbero state indagate per truffa ai danni di una parlamentare calabrese (non Wanda Ferro), indotta a versare una cifra di 4500€.

La parlamentare, dopo aver fatto la conoscenza delle due socie in affari, avrebbe affidato alla Aicos l’organizzazione di alcuni eventi e le due, tramite Facebook, le avrebbero presentato Denny Coppi, bellissimo (le foto utilizzate appartenevano ad un modello svedese) e facoltoso imprenditore nipote dell’avvocato Coppi.

Questo il copione della truffa: Denny Coppi fa credere di essere vedovo e padre di un bambino di sette-otto anni, con il quale la vittima avrebbe dei contatti tramite Donna Pamela. La vittima, quindi, sarebbe portata ad avviare le procedure per l’affidamento del piccolo e a pagare una cifra per la sua assicurazione scolastica. Vi ricorda qualcosa?

Ma non è finita qui, perché, sempre come riportato da Dagospia, a seguito della denuncia sarebbero emersi dettagli interessanti:

A seguito della denuncia, in cui viene chiarito che Denny Coppi non esiste, viene perquisita l’abitazione di Eliana e di Pamela e vengono sequestrati telefoni cellulari, schede telefoniche e un documento (falso) del matrimonio fra Simone Coppi e Eliana Michelazzo. In quell’occasione la Michelazzo apprende, quindi, che Denny Coppi non esiste e che il suo matrimonio si basa su documenti sospetti.

Un vero e proprio modus operandi già messo in atto, insomma, che va a smentire le dichiarazioni d’innocenza di Eliana Michelazzo. Qual è la verità?

Cosa ne pensi?

-1 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Temptation Island, rivelata la data d’inizio! Ecco quando comincia

Taylor Swift, le prime info sul nuovo album e la pace con Katy Perry