Blog

C’è Posta per Te, Luciana Litizzetto si apparta in un armadio con Francesco Monte

Grandi risate a C’è Posta Per Te: lo storico programma del sabato sera di Canale 5 condotto da Maria De Filippi ha regalato infatti momenti di grande ilarità al pubblico durante l’ultima puntata di sabato 9 marzo, che ha visto ospiti Gabriel Garko, Gianluca Vacchi, Brando Bertrand e Francesco Monte.

Il merito va a Luciana Litizzetto, invitata dalla padrona di casa per cercare un nuovo fidanzato dopo la separazione dal compagno, avvenuta dopo 20 anni d’amore. La Queen Mary ha così chiamato in studio per lei quattro pretendenti, scelti tra il panorama italiano: i già citati Vacchi, Garko, Bertrand e Monte. L’esilarante ricerca di un nuovo partner ha creato siparietti comici, che hanno raggiunto l’apice quando Lucianina si è confrontata con Monte:

Ciao Francesco, ti presento Maria detta marijuana. Dovrebbe piacerti…

Sin dalle prime battute, la Litizzetto non si è infatti trattenuta, facendo continui riferimenti al canna-gate che aveva visto coinvolto Monte all’Isola dei Famosi 2018 e alla sua passata relazione con Cecilia Rodriguez, naufragata dopo la partecipazione della ragazza al Grande Fratello VIP:

È stato fidanzato con Cecilia Rodriguez. Si è mangiato la zuppa di Cechu, cosa vuoi che faccia con me che sono un semolino!

Come tutti ricorderemo, la Rodriguez aveva iniziato all’interno della Casa una storia con Ignazio Moser, culminata quando i due si erano appartati all’interno di un armadio. Maria ha così voluto ricreare quella famigerata scena per far conoscere meglio Luciana e Francesco, facendo entrare in studio proprio un armadio, dove i due sono entrati tra l’ilarità generale:

Sento due pomelli duri, e non sono le maniglie!

Il tarantino, con grande autoironia, ha saputo stare al gioco, divertendo il pubblico in studio e a casa. Spazio, poi, agli altri pretendenti, che a loro volta hanno cercato di conquistare la comica. Alla fine, Lucianina ha aperto la busta e li ha scelti tutti e quattro, celebrando in diretta le “nozze”.