Blog

Domenica Live, Patrizia Bonetti e Aida Yespica parlano dell’aggressione

Come vi avevamo raccontato qualche tempo fa, Patrizia Bonetti, ex concorrente del Grande Fratello 15 ed ex fidanzata di Gianluca Vacchi, era stata ricoverata in ospedale dopo essere stata aggredita e malmenata.

La ragazza, che si trovava in un cinema del centro di Milano assieme all’amica Aida Yespica, sarebbe stata improvvisamente attaccata da due donne, che l’avrebbero presa a insulti fino ad arrivare alle mani, picchiandola con dei caschi e strappandole addirittura alcune ciocche di capelli, lasciandole scoperto il cuoio capelluto.

Ospiti di Barbara D’Urso a Domenica Live, Aida e Patrizia, con delle extension nei capelli per coprire i segni dell’aggressione, hanno voluto raccontare quanto accaduto, ripercorrendo quella drammatica sera:

Noi eravamo al cinema, in fila per prendere i biglietti e queste donne hanno iniziato ad inveire nei nostri confronti. Hanno iniziato prima ad insultare la cassiera, poi dalla cassiera sono passate a scagliarsi contro di me. Sono un attimo turbata da questa cosa, nonostante io abbia sempre trasmesso la mia forza mi ha veramente lasciato sotto shock, non credo che sia giustificata.

La conduttrice ha poi mandato in onda il filmato dell’aggressione, girato da Aida per avere delle prove da mostrare alla polizia, che vede chiaramente le donne insultare pesantemente le due e le tracce della violenza sul pavimento. Patrizia ha voluto specificare che nessuno dei presenti è intervenuto:

La cosa allucinante è che c’era tanta altra gente e nessuno ci aiutava. Due donne di quarant’anni, che potevano essere ipoteticamente mia madre. Dicevano che avevo il sedere finto come la mia borsa. C’erano cinque uomini che erano lì che guardavano e nessuno ha fatto nulla.

Oltre alla violenza psicologica, anche quella fisica, con dei danni notevoli:

Mi hanno tolto il bulbo del capello. Mi hanno bloccato, spinto e poi aggredito con i caschi. Ho i bozzi sulla testa, mi hanno strappato i capelli. Ringrazio il mio hair stylist che mi ha messo una protesi, che mi ha ridato la femminilità e la sicurezza, ma il trauma comunque rimane. Ci vorranno sei mesi per farli ricrescere.