Blog

Flavio Insinna condurrà L’Eredità: il direttore di Rai 1 lo difende e punzecchia Striscia la Notizia che replica.

Il direttore di Rai1, Angelo Teodoli, intervistato da Il Giornale, ha confermato che sarà Flavio Insinna a condurre la prossima edizione de L’Eredità.

Il conduttore, quindi, l’ha spuntata nonostante le polemiche che l’hanno riguardato nell’ultimo periodo.
A tal proposito, il direttore ha difeso Insinna parlando anche del tg satirico di Canale 5 che portò alla luce i fuorionda furibondi del conduttore:

Flavio è un ottimo professionista, un grande intrattenitore, ha dato molto alla Rai. In tutti i programmi a volte accadono momenti difficili dietro le quinte. Penso che Striscia abbia francamente esagerato.

La replica di Striscia la Notizia è arrivata tramite DavideMaggio.it. Ecco un estratto della lunga lettera:

Da sempre la Rai cerca di far passare quello di Insinna come uno sfogo (magari esagerato) dietro le quinte, ma quello che Striscia ha mostrato è altro: è il taroccamento, l’inganno ai danni dei telespettatori.
Insinna sapeva di essere un intoccabile in Rai. In studio infatti invitava, con l’arroganza di chi si sente protetto dall’alto, pubblico, maestranze, collaboratori a fare quello che volevano con la Rai.
Insomma, Striscia non ha proprio esagerato: se avesse voluto farlo avrebbe dato seguito ad altre e più gravi segnalazioni. Non l’ha fatto, per pudore. Pudore che evidentemente difetta a Teodoli. Perché è chiaro che Insinna ha diritto di lavorare, ma è meno comprensibile che i suoi santi in paradiso, a cominciare da Teodoli, si ostinino a farlo passare per vittima. Quando, semmai, le vittime sono le maestranze che hanno lavorato con lui. E che la Rai non ha mai difeso.

Che sia l’inizio di una nuova querelle?