Entertainment

Luca Guadagnino è pronto a incantare con una serie tv ambientata in Italia ?

Dopo il premio Oscar come sceneggiatura non originale per Call me by your name (2017 – adattamento cinematografico del romanzo omonimo di André Aciman) e il remake di Suspiria (film del 1977 di Dario Argento) dello scorso anno, sembrerebbe che il regista Luca Guadagnino si occuperà della regia di una serie tv per HBO ambientata in Italia.

È il sito Observer a lanciare l’indiscrezione, sebbene manchi l’ufficialità.

TvBlog ipotizza una collaborazione con Sky, che con HBO ha appena prodotto la miniserie Chernobyl, in onda nel maggio prossimo.

Potrebbe chiamarsi We Are Who We Are e il regista italiano dovrebbe dedicarsi all’ottavo e ultimo episodio della serie, oltre che alle prime due puntate; alla supervisione della sceneggiatura scritta con Paolo Giordano (La solitudine dei numeri primi) e Francesca Manieri (Il Miracolo).

Il progetto sarebbe ambientato in una base militare italiana e vedrebbe come protagonisti due teenager di 14 anni, Fraser Wilson e Caitlin Harper, alla scoperta della loro identità, anche sessuale.

I due amici, secondo queste prime informazioni, sono scambiati spesso per una coppia di innamorati, ma Fraser sente la mancanza di Mark, un amico lasciato a New York, e stringe un dolce rapporto con un soldato più grande, Jason. Caitlin, che vive da più di 4 anni nella base con i genitori, insieme al suo amico passerà un’estate di scoperte di se stessa e dell’importanza dell’amicizia.

La giovinezza, un’estate speciale, l’ambiguità dei rapporti amicali, la dolcezza di una relazione sentimentale con una persona più grande, l’elegante racconto di una naturale omosessualità e lo sfondo italiano fanno subito ripensare a Chiamami col tuo nome.

La serie è stata confermata, non da HBO, ma da Lupin Film di Riccardo Neri e dagli agenti della IPC International per Manieri.

La messa in onda potrebbe essere prevista per la primavera 2020, poiché le riprese inizierebbero a maggio e si concluderebbero a ottobre 2019.

Non possiamo far altro che aspettare fiduciosi una graditissima conferma.