Blog

Il Moige attacca il Grande Fratello 15: “non possiamo accettare che un tale programma venga trasmesso in tv”

Dopo il Telefono Rosa anche il Moige, Movimento Genitori Italiano, ha attaccato il Grande Fratello 15 in seguito alla lite tra alcuni concorrenti e agli attacchi che ne sono conseguiti nei giorni successivi all’interno della casa.

In una nota il Moige ha scritto:

Il Grande Fratello continua a violare, palesemente e senza alcun ritegno, ogni elementare principio di decenza non più solo televisiva ma umana, scegliendo scientemente di creare situazione di scontro con personaggi discutibili che offendono non solo la dignità di tutti gli spettatori, ma anche la memoria delle numerose vittime di violenza e bullismo, dei loro genitori e familiari.

Un duro attacco quello del movimento, che si rivolge anche agli inserzionisti pubblicitari di Mediaset:

Non possiamo accettare che un programma di tale squallore venga trasmesso in tv, veicolando esempi e modalità di comportamento diseducativi e violenti. E’ necessario attivare un fronte comune contro questa cattiva maestra televisione. Ci appelliamo al senso di responsabilità di Agcom e del Comitato Media e Minori, appena insediatosi, e chiediamo di intervenire con forza per porre fine a questo tristissimo spettacolo. E rivolgiamo, inoltre, il nostro appello alla responsabilità a tutte le aziende per chiedere non solo il ritiro degli spot ma che scelgano di legare il loro nome a progetti di educazione contro il bullismo, piuttosto che a programmi televisivi che trasmettono violenza.

C’è da sottolineare che già sono stati preannunciati provvedimenti nei confronti dei concorrenti, che verranno messi in atto nella prossima diretta.