Blog

Niccolò Bettarini e l’intercettazione: “Gli ultrà dell’Inter hanno fatto pestare i miei aggressori in carcere”

Tra pochi giorni, a Milano, verrà fissato il processo in merito all’aggressione subita da Niccolò Bettarini (figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini), qualche mese fa, fuori dalla discoteca meneghina Old Fashion. Intanto, dagli atti depositati per l’udienza, trapela un’intercettazione risalente ai giorni in cui Niccolò Bettarini è stato ricoverato in ospedale, in seguito alle gravi ferite subite.

Risultati immagini per trash italiano gif choc

L’intercettazione racchiude una conversazione che il figlio della Ventura ha tenuto con un amico, in cui gli raccontava come si sono svolti i fatti durante quella serata:

Vedo tre ragazzi che sono intorno ad Andrea (l’amico di Niccolò Bettarini ndr), allora sai come sono fatto io… ho corso eh … e poi boh si avvicina sto albanollo e mi dice ‘tu c’hai gli orecchini come i miei… mi ha dato il buffettino in faccia, io gli ho dato un cartone… e poi boh, me ne sono trovati quindici addosso.

La cosa che ha fatto più scalpore, però, riguarderebbe un pestaggio avvenuto all’interno del carcere di San Vittore, che ha avuto come vittime i suoi stessi aggressori:

I capi della curva dell’Inter sono venuti da me, mi hanno detto che a San Vittore hanno fatto picchiare i miei aggressori, li hanno fatti gonfiare come le prugne sia dagli sbirri che da quelli dentro.

Ora non ci resta che aspettare il processo per capire l’evolversi della vicenda.

Risultati immagini per trash italiano gif