Blog

Ecco perché Maria De Filippi ha tolto i direttori artistici ad Amici.

Sabato 7 Aprile inizierà il tanto atteso serale di Amici di Maria De Filippi, quest’anno completamente stravolto grazie alla diretta, alla commissione esterna e a Luca Tommassini, che ha sostituito Giuliano Peparini.

Oltre all’introduzione della commissione, composta da 6 celebrità, che avrà il compito di giudicare gli allievi, quest’anno è stata abolita la figura del direttore artistico (o coach) per le due squadre.

Negli anni precedenti abbiamo visto principalmente Emma ed Elisa sfidarsi tra di loro per far arrivare la propria squadra alla vittoria, ma quest’anno c’è la volontà di rendere gli studenti completamente indipendenti, senza protezioni varie, per far sì che si espongano al 100% e siano responsabili delle loro scelte. È la stessa Maria De Filippi, a Tv Sorrisi e Canzoni, a spiegare:

Con Emma ed Elisa i ragazzi erano più protetti, non si esponevano in prima persona: se venivano attaccati per le scelte stilistiche o gli arrangiamenti ne rispondevano le due che facevano loro da scudo. Quest’anno i ragazzi non godono dello stesso privilegio: hanno dei preparatori che fornisce la scuola, ma non più le due artiste che stanno accanto a loro e si fermano a guidarli oltre l’orario di lavoro. Dovranno cavarsela da soli, insomma. Con tutte le loro fragilità e le loro insicurezze.

Proprio per quanto riguarda la commissione esterna invece

Quest’anno gli allievi non sono stati scelti dagli insegnanti, quindi questi ultimi se li sono ritrovati e hanno nei confronti di ciascuno di loro dei giudizi molto diversi. La commissione esterna nasce per evitare una sorta di pregiudizio. Un commissario esterno vede l’esibizione per ciò che è, senza sapere tutta la cronistoria del rapporto del ragazzo con Alessandra Celentano o con Carlo Di Francesco, quindi dovrebbe dare un giudizio scevro da opinioni pregresse