News

Sanremo, Marcella Bella svela nuovi dettagli sul presunto conflitto d’interessi

Pare che il sereno non voglia tornare (se mai ci sia stato) nei cieli di Sanremo.

La 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana si è conclusa una settimana fa, ma, come previsto, fa ancora parlare di sé (e continuerà a farlo almeno per qualche settimana).

Ad alimentare le polemiche circa la trasparenza della kermesse appena terminata ci pensa, praticamente ogni giorno, Antonio Ricci con il suo tg satirico; tuttavia oggi è intervenuta su Sanremo, svelando dettagli sorprendenti, anche Marcella Bella, cantante attualmente impegnata come maestra a Ora o Mai Più.

La coach del talent di Rai 1, in un’intervista rilasciata a Gaspare Baglio per Rolling Stones, ha dichiarato di aver presentato alla direzione artistica del Festival una canzone scritta con suo fratello Gianni. Ha aggiunto, però, che sarebbe stato Ferdinando Salzano, AD di F&P (Friends and Partners), ad ascoltare la sua opera intitolata Un amore speciale.

Di seguito vi proponiamo uno stralcio di intervista:

Poi per il festival? 
Quando l’ho fatta ascoltare al patron, che non è Claudio Baglioni, ma l’altro, il suo braccio destro.

Chi? 
Un certo Salzano.

Ah, ok. E che le ha detto? 
Che la canzone era meravigliosa, che era una grande canzone, importante, che l’avrebbe fatta ascoltare a Baglioni e mi avrebbe dato una risposta a breve.

Stando a queste dichiarazioni, quindi, Ferdinando Salzano, che si occupa anche dei concerti di Claudio Baglioni, avrebbe inizialmente ascoltato la proposta di Marcella Bella, al posto di Claudio Baglioni.

Questa novità alimenta inevitabilmente l’ipotesi di un presunto conflitto d’interessi (di cui vi abbiamo parlato a lungo) che coinvolgerebbe Baglioni e fa riflettere sul fatto che il trattamento che Bella dice di ave ricevuto potrebbe essere stato destinato anche ad altri candidati big oltre a lei.

Delegare l’ascolto e la selezione dei brani, però, non è possibile. A maggior ragione se il delegato è un colosso del management musicale avente rapporti con Baglioni e diversi artisti.

Di queste attività, infatti, è responsabile la direzione artistica. Occorrerebbe, ancora una volta, più chiarezza da parte della Rai. Infine, la cantante ha confessato amarezza e delusione per non essere stata selezionata:

Io pensavo che Baglioni, essendo un collega, essendo un musicista, avendo una grande stima di Gianni, non volesse perdere questa occasione di fare tornare Gianni e me a Sanremo, in una situazione bella. Bella in tutti i sensi. Ero sicura mi avrebbero preso, giuro, perché mi hanno fatto tanti complimenti. Si vede che altri interessi sono stati più forti di quelli musicali, credo. L’ho saputo dalla televisione. Non avevano il coraggio di dirmi che non era piaciuta a Baglioni. Doveva motivare il fatto che non mi prendesse.

Sebbene sia comprensibile il dispiacere in merito all’esclusione del testo dalla gara, il giudizio (che ci auguriamo sia stato espresso della direzione artistica) deve, naturalmente, affidarsi a diversi criteri per la scelta delle canzoni e, si sa, non tutte le proposte possono essere accolte: è una questione di economia.

Nuove dichiarazioni importanti, insomma, ma da accogliere con molta prudenza, anche alla luce di questo umano dispiacere.