Blog

Selvaggia Lucarelli contro Le Iene: “Questo programma andrebbe chiuso ora”

Sono in molti ad aver storto il naso dopo la puntata speciale de Le Iene sulla strage di Erba, andata in onda martedì 29 gennaio. Su tutti Selvaggia Lucarelli, che si è pubblicamente scagliata contro il programma Mediaset invocandone la chiusura.

Lo speciale, intitolato Strage di Erba: Rosa e Olindo due innocenti all’ergastolo?, ha infatti posto dei dubbi sulla colpevolezza di Rosa Bazzi e Olindo Romano, ritenuti gli unici colpevoli e condannati all’ergastolo per l’omicidio di Raffaella Castagna, di suo figlio Youssef Marzouk, della madre Paola Galli e della vicina di casa Valeria Cherubini.

Con l’inchiesta di Antonino Monteleone e Marco Occhipinti ci chiediamo se sia possibile un’altra verità, dopo esserci già occupati del caso con sei servizi. Dopo che 3 gradi giudizio e 26 giudici hanno detto il contrario e a 12 anni dai delitti.

Il programma ha quindi voluto ricercare piste alternative per la risoluzione del caso, dichiarando che “gli elementi che hanno portato alla condanna di Rosa Bazzi e Olindo Romano potrebbero non essere così solidi“, facendo gravi insinuazioni su Pietro Castagna, parente delle vittime:

Dov’erano i Castagna nei momenti della strage? Il padre Carlo dice che era a casa con il figlio Beppe e che il fratello Pietro è arrivato alle 22 con la Panda della madre. Pietro sostiene invece di non usare quell’auto, di essere tornato alle otto e di essere andato a dormire. C’è una contraddizione tra le due versioni, certo questo non permette di accusarlo: Pietro agli atti resta una vittima.

La Lucarelli è prontamente intervenuta accusando Le Iene di non fare giornalismo, ma di “scatenare la forca del popolino contro un innocente e vittima, senza alcuna prova“. Sempre la Lucarelli ha fatto poi sapere, tramite il suo profilo Facebook, che la famiglia Castagna, dopo anni di silenzio, ha deciso di farsi avanti per difendersi dalle accuse diffamanti:

COMUNICATO STAMPALo speciale de “Le Iene” andato in onda martedì sera ci obbliga a prendere una posizione. A dodici…

Gepostet von Selvaggia Lucarelli am Donnerstag, 31. Januar 2019