News

Storia di C’è Posta per Te finisce in tragedia: rifiutato dalla ex accoltella il suo rivale

Emanuele Colurcio era stato rifiutato pubblicamente dall’ex fidanzata Alessia durante una puntata di C’è Posta Per Te, vedendosi chiudere in faccia la busta dalla ragazza, che non ne aveva voluto sapere delle sue scuse. Il ventiduenne non l’aveva presa bene e, poco dopo aver registrato la puntata dello show condotto da Maria De Filippi su Canale 5, si era fatto “giustizia” da solo, accoltellando il nuovo fidanzato della donna.

I fatti, accaduti nella zona dei Baretti di Chiaia, a Napoli, risalgono a gennaio 2016: la vittima, Domenico Di Matteo, era stata violentemente attaccata con un coltello da Colurcio, che vedeva in lui un rivale in amore, e aveva riportato gravissime lesioni all’addome. Il ragazzo, immediatamente fermato, era stato condannato in primo e secondo grado a 14 anni, ma il suo avvocato aveva presentato ricorso alla Cassazione e la sentenza era stata annullata limitatamente all’aggravante dei motivi abietti e futili.

Ieri, invece, la Corte d’Appello di Napoli ha ricondannato Colurcio, che dovrà scontare ora 8 anni di carcere per tentato omicidio premeditato, porto illegale del coltello e atti persecutori sulla ex.