Blog

Virginia Raffaele replica alle accuse di satanismo

Lo sketch eseguito al Festival di Sanremo da Virginia Raffaele, che impersonava un giradischi posseduto da Satana, non era piaciuto ad alcuni rappresentanti della Chiesa (ve ne avevamo parlato qui). In particolare all’esorcista Don Aldo Buonaiuto, sacerdote della Comunità Giovanni XXIII, che l’aveva accusata di inneggiare al maligno e aveva chiesto alla conduttrice di chiarire “quella che apparirebbe una gag spiritosa ma poi stonata perché sembra non tenere conto della sensibilità di tante persone che soffrono“.

Nella polemica, trattata da tutte le maggiori testate, era intervenuto anche il ministro Matteo Salvini, che con un post su Facebook aveva espresso solidarietà a Don Buonaiuto e aveva lanciato un appello a non sottovalutare il problema delle sette sataniche:

virginia raffaele satana

A parlare, oggi, è finalmente Virginia, che in un’intervista a Il Fatto Quotidiano è ritornata sull’argomento e ha voluto commentare la faccenda, definendola surreale:

A me dispiace sempre quando qualcuno soffre o si offende o ci rimane male. Ma sono troppo ironica per lasciarmi trascinare in una polemica così tetra e lugubre, oltreché surreale. In effetti, ora che ci penso, da piccola riuscivo a girare i piedi all’incontrario. Tant’è che ho ancora le rotule allentate. Avrei pure delle foto ma non gliele do, sennò sono spacciata.