in

Coronavirus, Codacons contro la raccolta fondi di Fedez e Chiara: il cantante asfalta l’associazione e…

Fedez
Fedez a La confessione

La richiesta che ha fatto Codacons in queste ore ha dell’incredibile. Il coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, ha chiesto di bloccare i fondi privati raccolti per aiutare gli ospedali pubblici durante l’emergenza coronavirus. Raccolta fondi avviata da Chiara Ferragni e Fedez sulla piattaforma Gofundme. E a segnalare la vicenda è lo stesso Fedez, tramite alcune storie sul suo profilo Instagram.

Il rapper milanese ha fatto notare che Codacons avrebbe richiesto una raccolta fondi per se stessa, sfruttando l’argomento coronavirus. Nelle stories, infatti, Fedez esordisce così:

Un bravo giornalista ha fatto notare questa cosa e io la riprendo perché penso sia doveroso diffonderla e divulgarla perché è veramente scandaloso.

Mostrando una pagina web, Fedez racconta:

Questo è il Codacons. Sul loro sito ufficiale avviano una campagna, per supportare il Codacons contro il coronavirus. Quindi io penso, immagino che se vado a donare qui sto aiutando qualcosa che riguardi il coronavirus. Ospedali, ricerca, qualcosa comunque di pragmatico sul coronavirus.

La realtà è ben diversa. Fedez continua il suo racconto con queste parole:

Invece ci clicco sopra e scopro che in realtà mi hanno fatto un banner clickbait sul coronavirus dove in realtà io vado a donare i soldi direttamente al Codacons, che non si occupa di coronavirus! E in più lo slogan è: “Ma fateci la donazione, così risparmiate sulle tasse!“. Cioè: donate per non pagare le tasse. E questa è un’associazione parastatale che dovrebbe tutelare i consumatori?

Ma Fedez fa scoprire ai follower che dietro questa storia c’è di più:

Non si fanno mancare nulla e scrivono: “Sulla raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni vogliamo vederci chiaro. L’antitrust è intervenuta pochi giorni fa nei confronti del sito usato per la campagna“. Cioè quindi loro parlano di noi quando, in realtà, l’antitrust sta parlando con il sito. Come se noi siamo gli unici a utilizzare Gofundme, quando questo è utilizzato da decine di anni per chiunque voglia donare. Ok?

Il rapper continua e svela quale sia la proposta di Codacons:

E utilizzano sempre il nostro nome dicendo:”Il sito Gofundme utilizzato da Fedez e Chiara Ferragni“. Come se l’avessimo utilizzato solo noi! Ma qual è la loro proposta? E’ di bloccare tutti le raccolte fondi private. Cioè tutti i milioni di euro che sono stati raccolti per gli ospedali pubblici. Cancellarli e stopparli. Io sono allibito! Ma qualcuno li fermi!

Fedez asfalta Codacons in poche parole

Fedez, arrabbiatissimo, asfalta l’associazione con queste parole:

Io vorrei sottolineare una cosa. Noi, ancor prima dell’antitrust (come giustamente sta facendo), abbiamo chiesto a Gofundme di prendere una parte di profitto e di girarli agli ospedali colpiti dall’emergenza. E siamo riusciti a tirar su 250 mila euro che Gofundme ha deciso di darci e che abbiamo destinato agli ospedali di Bergamo, Cremona e Policlinico di Milano. E adesso un’associazione riconosciuta da tutte le istituzioni italiane propone di buttare nel cesso milioni di euro raccolti per gli ospedali pubblici?? Il policlinico di Milano è una campagna su Gofundme. L’ospedale di Bergamo, l’ospedale di Cremona. E intanto fanno una campagna, loro, spacciata per aiuto alla lotta contro il coronavirus quando in realtà i soldi vanno a loro che si occupano di tutela dei diritti dei consumatori che col coronavirus non c’entra un c***o! Ma stiamo scherzando? Ma stiamo scherzando?

Cosa ne pensi?

10 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Boris Johnson dichiara via Twitter: “sono positivo al Coronavirus”

Verissimo

Coronavirus, concerto virtuale di solidarietà a Verissimo: ecco chi canterà