in

Addio a Diana Rigg, agente speciale e star di Game of Thrones

diana rigg

Proprio mentre in queste ore si vive a Venezia un’altra giornata della 77esima Mostra Internazionale del Cinema, una star del piccolo e del grande schermo ci ha lasciati per sempre: Diana Rigg.

Diana Rigg si è spenta per sempre all’età di 82 anni. Ad annunciarlo è stata sua figlia Rachel Stirling con queste dolci e potenti parole:

Mia madre è morta in pace nel suo letto. È deceduta per un cancro diagnosticato a marzo e ha passato i suoi ultimi mesi a riflettere gioiosamente sulla sua vita straordinaria, piena d’amore, di risate e di un profondo orgoglio per la sua professione

fonte: repubblica.it

La vita professionale di Diana Rigg, effettivamente, è stata costellata di grandi successi. Fra le sue più belle interpretazioni quella di Emma Peel, personaggio della serie tv anni ’60 Agente Speciale. Eppure tutti noi, di una generazione molto più giovane, la ricordiamo per la sublime interpretazione di Lady Olenna Tyrell in Game of Thrones. Era stato grazie al suo personaggio, infatti, se Approdo del Re aveva visto la caduta del perfido re Joffrey Baratheon. E ancora di più aveva colpito la morte coraggiosa che Lady Olenna aveva affrontato per mano della terribile Cersei Lannister. Diana Rigg aveva letteralmente incantato tutti i fan della saga, rendendo il personaggio di Olenna Tyrell estremamente simpatico. Era la nonna che tutti noi avremmo voluto al posto dell’adorata nipote.

Orfani di una grande attrice, tutto il web e tutti i suoi fan, in queste ore, stanno piangendo la sua morte. Non possiamo far altro che augurarle buon viaggio, ovunque lei sia.

Cosa ne pensi?

1 point
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiara Ferragni e Fedez sul caso Willy

Chiara Ferragni sul caso Willy: “bisogna cancellare la cultura fascista sempre resistente in questo paese”

Alberto Zangrillo VS Selvaggia Lucarelli

Scontro tra Selvaggia Lucarelli e il medico curante di Silvio Berlusconi: ecco cosa è successo