in

Milly Carlucci parla de Il Cantante Mascherato e sulla diatriba con Maria De Filippi dice…

Milly Carlucci

Milly Carlucci sta per tornare con un programma tutto nuovo, Il Cantante Mascherato, che debutterà il prossimo 10 gennaio 2020.

Intervistata da Il Corriere della Sera, la conduttrice ha voluto svelare in anteprima qualche dettaglio di questo suo nuovo show:

La mia è una presenza rassicurante? Eppure ho sempre cercato di sperimentare. Non sono rimasta nella mia comfort zone: mi sono sempre buttata, a mio rischio e pericolo. Succederà anche con il mio nuovo programma, Il Cantante Mascherato. Rai 1 ha bisogno del successo immediato e in Italia, in generale, è complicato buttarsi su strade non viste. Teresa De Santis e Salini mi hanno dato invece una fiducia strepitosa per fare qualcosa di inedito. Fiducia che spero di ripagare. I debutti mi fanno ancora paura. Questo show deve essere già dal colpo d’occhio grandioso, ma non siamo in un’epoca in cui scorrono fiumi di denaro. Serve una creatività operativa: qui non si punta sulle emozioni “di cuore” ma su una grande messa in scena. Non puoi andare al risparmio. Inoltre, c’è la novità dell’esibizione canora fatta da persone note ma completamente camuffate, di cui non si sa nulla.

In televisione guardo tutto e questo format è stato il caso dell’anno nel mondo. È sconcertante l’idea di un cast celato: vedi esibirsi un leone, un barboncino o un coniglio… Eppure questi personaggi realmente famosi hanno accettato con entusiasmo di camuffarsi, fare delle performance sotto mentite spoglie ha dato loro delle libertà inattese. E in ogni puntata verrà tolta una maschera.

Per me è questa è una scommessa, posso solo pregare con tutto il mio cuore che intrighi gli italiani come è successo all’estero. Questa trasmissione è realmente qualcosa di diverso, di nuovo.

Ma non solo nuovi progetti, perché Milly ha voluto anche spendere due parole su quando accaduto con Maria De Filippi e il suo Amici Celebrities (qui e qui per recuperare):

Quello è un folclore giornalistico che, tutto sommato, ha fatto bene a entrambe… L’Italia vive di Guelfi e Ghibellini, di Coppi e Bartali… Il derby del sabato sera ha illuminato entrambe le reti. Le diatribe legali tra di noi? Questa è stata una cosa equivocata. Mediaset aveva fatto un accordo — evitando di versare molti milioni di danni — in cui si impegnava a non usare più gli elementi di Ballando nei suoi programmi tv. Ora, uno degli elementi costitutivi è vedere un famoso con un maestro che gli insegna a ballare. La cosa è semplice: se firmi una documento, un senso ce l’ha. Non è polemica, è rispetto delle cose scritte. E riguarda Mediaset, non Maria. Doveva restare una comunicazione riservata tra avvocati.

Infine, parlando di colleghe famose, ha così concluso:

Maria riassume tutti i ruoli di cui parlavamo, è una grandissima donna e penso abbia fatto molto per la causa femminile. Antonella Clerici, Mara Venier, Simona Ventura… sono amiche, persone di cuore anche con il pubblico, persone che ti abbracciano. Barbara d’Urso ha un suo stile con cui devi fare i conti. Chiaramente punta sull’essere divisivo, ma è pop e fa bene quello che fa.

Cosa ne pensi?

1 point
Upvote Downvote
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salmo, rimosso il cartellone pubblicitario del suo concerto: la sua reazione

Kikò Nalli

Malore per Kikò Nalli, ecco cosa è successo